KUNG FU

Il termine oggigiorno più diffuso in Oriente e Occidente per indicare l’insieme di tutte le arti marziali tradizionali cinesi è quello di Kung Fu. Kung Fu 功 夫 significa “qualcosa di fatto bene”, in generale, “lavoro eseguito con maestria”, “energia maturata nel tempo”, “esercizio eseguito con abilità”, “azione meritevole”.

Nella Scuola Kung Fu Chang tale graduale maturazione, finalizzata a una raffinata abilità e padronanza, a una naturalità raggiunta per mezzo di un lungo percorso di scuola, d’una superiore disciplina, viene ricercata attraverso tutte le dimensioni degli insegnamenti tradizionali, costituenti cinque elementi essenziali o cammini, cinque arti o maestrie: filosofia classica cinese, storia delle arti marziali e della civiltà cinesi, calligrafia dei suoi meravigliosi ideogrammi, teoria e pratica dell’arte marziale, medicina tradizionale. Assieme rivelano la bellezza del Kung Fu come i cinque petali del fior di prugno, Mei Hua 梅 花.

Nel diagramma della suprema polarità, T’ai Chi T’u 太 極 圖 [foto], rielaborato a simbolo della Scuola Chang, dal centro della suprema polarità YinYang 隂 陽, simboleggiante il T’ai Chi Ch’üan 太 極 拳, sbocciano i cinque petali dello Shao Lin Ch’üan 少 林 拳.

La suprema polarità Yin-Yang e in cinque petali del fior di prugno, Mei Hua

La suprema polarità Yin-Yang e in cinque petali del fior di prugno, Mei Hua

© 2015 Francesco Tomatis – riproduzione riservata